Tu sei qui: Home Vivere a Diamante Sport e Tempo Libero Cinema Vittoria

Cinema VITTORIA di Diamante

Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa, 4 - 8
87023 Diamante (CS)
600 Poltrone - Locale climatizzato - Sala TvDolby
Stereo - Gruppo elettrogeno - Bar
Tel./ Fax. e Segreteria 0985 81055


Da Giovedì 30 novembre a Mercoledì 6 dicembre 2017

Orari spettacoli: 19:15 - 21:30 (Domenica anche alle ore 17:00)

MARTEDI' BIGLIETTO RIDOTTO PER TUTTI

CACCIA AL TESORO

CACCIA AL TESORO - Cinema VittoriaDa anni Domenico non paga l'affitto del Teatro della Speranza di Napoli di cui è capocomico, e il proprietario dello stabile ne ordina la chiusura immediata. Non solo: giunto a casa, Domenico scopre che il nipotino Antonio ha bisogno di parecchi denari per farsi "aggiustare il cuore" in una clinica americana. Che fare? Siamo a Napoli, dunque ci si rivolge San Gennaro. Domenico e sua cognata Rosetta, madre di Antonio, si recano in chiesa e pregano il santo di autorizzarli a compiere un "piccolo" furto: sottrarre alla sua mitra un gioiello che basterà a risolvere tutti i loro problemi economici. E poiché la finestra della chiesa è aperta, i due scambiano la voce di un parcheggiatore abusivo che invita un automobilista a procedere per un esplicito incoraggiamento di San Gennaro. E' solo l'inizio di una "caccia al tesoro" che coinvolgerà anche Ferdinando, marito separato e squattrinato, e suo figlio Gennarino, più due ladruncoli romani, Cesare a Claudia, anche loro ricorsi al crimine per necessità. Caccia al tesoro prosegue il percorso, intrapreso di recente dai fratelli Vanzina con Non si ruba a casa dei ladri, di recupero e rivisitazione della commedia all'italiana, in questo caso più specificatamente napoletana, ricollegandosi fin dalla prima scena anche al teatro di tradizione partenopea. E dal punto di vista della costruzione narrativa Caccia al tesoro è riuscito: il gioco degli equivoci ha una sua grazia surreale, e funziona bene il botta e risposta fra attori di grande abilità e impeccabili tempi comici: Vincenzo Salemme e Carlo Buccirosso, nei panni di Domenico e Ferdinando, sono una coppia ormai rodata e degna del più nobile varietà, ma anche Serena Rossi, Max Tortora e il giovanissimo Gennarino Guazzo, vera scoperta del film, gestiscono bene il loro spazio e un ritmo di commedia che supera le divisioni regionali. Caccia al tesoro ha però due problemi vistosi: il primo è "tecnico", e ha a che fare con la poca fiducia degli autori nella capacità del pubblico di capire le loro battute. Spesso infatti, dopo uno scambio verbale divertente, arrivano la sottolineatura, la spiegazione, o il "carico da novanta" di un'ulteriore battuta, più scontata e più puerile, che invece di moltiplicare l'effetto comico lo affossa. Basterebbe fermarsi un attimo prima, "in levare" (come del resto è gran parte del teatro comico napoletano), per ottenere quell'effetto valanga che è il migliore degli esiti possibili per una commedia degli equivoci.

Guarda il Trailer

 

 

Informativa ex Art.10 Direttiva n. 95/46/CE, Direttiva 2002/58/CE, aggiornato dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Il sito www.comune-diamante.it o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti l'uso dei cookie.

Approvo