Chiesa di San Giuseppe

Chiesa San Giuseppe

Non si conosce l’anno di costruzione della chiesetta di San Giuseppe, ma si sa che sorse come cappella di famiglia, situata nel centro storico. Fino ai primi anni del 1900 era abbandonata e logorata. L’opera di ristrutturazione fu conclusa nel 1949 con l’acquisto della statua di San Giuseppe e facendo costruire un magnifico altare in marmo. Oltre la statua di San Giuseppe nel 1954 fu acquistata anche quella di Santa Rita. La chiesetta, più tardi, verso la metà degli anni sessanta fu decorata ed arricchita di due capolavori dal pittore siciliano Luigi Maniscalco raffiguranti: “La fuga in Egitto” sul soffitto ed “il Beato Transito di San Giuseppe, fra Gesù e Maria”, nell’interno della cupola. Il progresso di questa chiesetta non s’arrestò con i primi restauri ma continuò negli anni, rimanendo sempre a passo con i tempi e nel 1988 furono rifatti in marmo la pavimentazione ed il nuovo altare, secondo gli usi post-conciliari.